9° Edizione del Convegno Internazionale


Al via la nona edizione di FabrianoInAcquarello: dal 3 al 7 Maggio la città di Fabriano sarà protagonista della manifestazione internazionale dedicata alla pittura ad acqua su carta. Anche quest’anno sono in programma dimostrazioni, workshop e demo sulla produzione della carta e momenti d’arte che coinvolgeranno gli artisti in operazioni di pittura collettiva.

Ad ideare il progetto l’associazione InArte, nata nel 2006 con l’idea di coinvolgere sempre più persone nello scambio e nella sperimentazione di conoscenze culturali e tecniche. Nello specifico il gruppo punta a  valorizzare e promuovere, sia in ambito nazionale che internazionale, la cultura dell’arte visiva e delle attività artigianali dell’area di Fabriano e dei territori circostanti.

 

 

Ed è proprio da questa visione che nel 2010 è partita la prima convention, poi sviluppatasi in maniera esponenziale grazie all’aiuto dell’amministrazione comunale di Fabriano e di un gruppo di enti pubblici e privati, divenendo il più importante focus di confronto fra comunità internazionali. Questo ruolo si è definito nel tempo anche grazie a due eccellenze locali conosciute ed apprezzate in tutto il mondo: la carta ed il brand industriale “Fabriano”, sinonimo di carta da disegno e da acquarello, ritenuta prestigiosa in tutto il mondo grazie all’importante lavoro di marketing avviato dalla locale cartiera fin dagli anni 70/80.

 

 

Per l’edizione di quest’anno, dedicata al Maestro acquarellista italiano Aurelio Pedrazzini, ci aspettiamo oltre 1500 artisti, provenienti da 75 paesi del mondo, pronti ad esporre i propri acquarelli nei luoghi storici ed artistici della città dal 3 al 7 Maggio (la mostra si sposterà poi nelle città InAcquarello fino al 16 Maggio). Inoltre durante questi giorni Fabriano, Genga e Serra San Quirico saranno teatro della scuola di nudo e della performance di 58 Maestri che dipingeranno dal vero, in pubblico, per dimostrare la loro tecnica e creatività.

 

 

Infine, ma non per importanza, non possiamo scordarci del Museo Internazionale dell’Acquarello, una startup inaugurata nel 2017 nel Palazzo Vescovile, dove troverete allestite in permanenza opere derivanti dal lavoro di connessione internazionale svolto in questi anni. Il Museo è il primo ed unico nel suo genere al mondo e rappresenta il prezioso presidio territoriale che rende Fabriano la capitale mondiale dell’acquarello contemporaneo.