L’anteprima in due mostre


Senigallia Città della Fotografia guarda al passato per celebrare il presente, ripercorrendo i 150 anni di storia del mezzo fotografico, dal 1839 fino all’avvento della fotografia digitale, per riaffermare il suo ruolo di Città della Fotografia. Per l’occasione saranno allestite due mostre, dal 18 Aprile al 2 giugno 2019 e curate dal francese Serve Plantureux, con il compito di inaugurare la Biennale della Fotografia

 

 

La prima, dedicata ai maestri della Scuola del Misa, sarà allestita a Palazzo del Duca e vedrà come protagonisti una serie di inediti di Giuseppe Cavalli, Mario Giacomelli e Ferruccio Ferroni provenienti dalle collezioni private degli eredi di questi ultimi due. Si tratta di scatti mai visti prima e selezionati per l’occasione proprio dallo stesso Plantureux.

 



La seconda mostra invece è uno straordinario racconto per immagini di popoli e terre lontane, sarà allestita a Palazzetto Baviera e raccoglierà fotografie storiche risalenti al periodo compreso tra la metà dell’Ottocento e i primi del Novecento, tra cui le serie albanesi di Pietro Marubbi e quelle coloniali di Luigi Naretti. Inoltre, l’esposizione sarà completata da preziosi dagguerotipi, callotipi e modelli del conte Minutoli, oltre che da stampe europee di fine Ottocento.

 



Entrambe le esposizioni saranno visitabili fino al 2 giugno.