Una visita per preparare la candidatura coreana al Network UNESCO


 

Lo scorso Giovedì 01 Febbraio 2018, una delegazione composta da funzionari pubblici, docenti universitari e esponenti della società civile, proveniente dalla città coreana di Jinju, ha visitato la città di Fabriano.

 

Con circa 337.000 abitanti, Jinju ha giocato un ruolo importante nella Storia del Paese, e tutt'oggi è un centro culturale e produttivo di grande importanza: nella città viene realizzato circa l'80% della produzione di seta della Corea del Sud, mentre il suggestivo Festival Namgang delle Lanterne e il Festival Nongae ricordano la resistenza della città durante l'invasione giapponese nel XVI secolo.

Festival delle Lanterne Jinju

Festival Lanterne Jiju 2

La città ospite inoltre un Festival delle Arti di importanza nazionale, che si svolge durante il Gaecheonjeol , la festa che ricorda la nascita del primo regno coreano nel 2333 A.C., e un festival di arte drammatica. Molto importante anche la tradizione gastronomica della città

Jinju intende presentare la sua candidatura per il Cluster "Artigianato e Arti Popolari" del Network delle Città Creative UNESCO, con un lavoro di preparazione del dossier iniziato nel Settembre del 2016 e un Comitato Promotore attivo dal Novembre dello stesso anno.

Il Comitato Promotore ha voluto visitare le Città Creative di Fabriano e di Bologna, considerandole esempi di studio per la connessione tra attività industriali e culturali: la delegazione di 4 membri era guidata dal professor Yong-min Shin, Vice-Presidente del Comitato Promotore e docente all'Università Nazionale di Gyeongsang, che già lo scorso anno aveva visitato la Città della Carta.

La visita della delegazione coreana si è aperta con le visite al Museo della Carta e della Filigrana e alla Pinacoteca Civica, ed è proseguita in Comune, dove gli ospiti da Jinju hanno incontrato lo staff di Fabriano Città Creativa, l'Assessore alla Cultura Ilaria Venanzoni e la consigliera Roberta Stazi.

I delegati di Jinju hanno accolto con entusiasmo l'occasione di visitare la città, e hanno discusso a lungo le iniziative messe in campo da Fabriano come Città Creativa UNESCO e il percorso che ha portato dalla candidatura fino al riconoscimento dell'Annual Meeting 2019.

Fabriano Città Creativa UNESCO, come coordinatrice del cluster dell'Artigianato e delle Arti Popolari, presterà la sua assistenza a Jinju per presentare al meglio la candidatura.