Biella si candida come Città Creativa


Biella, città simbolo dell'industria tessile, si candida come Città Creativa UNESCO per l'Artigianato e le Arti Popolari: in attesa dell'uscita della call, la prossima primavera, la città in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Fondazione Pistoletto ha organizzato un incontro pubblico per giovedì 31 gennaio a palazzo Gromo Losa a partire dalle 9,30.

Durante l'incontro saranno presentate le iniziative progettuali e le esperienze di altre Città Creative italiane.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco Marco Cavicchioli, del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella Franco Ferraris e del vicepresidente del Fai Marco Magnifico, il Maestro Michelangelo Pistoletto presenterà il logo elaborato per sostenere la candidatura; insieme a lui, il direttore di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto Paolo Naldini, e il professor Leandro Ventura, dirigente MIBAC. Coordinerà l’incontro la giornalista de Il Sole 24Ore Maria Cristina Origlia.

Nel pomeriggio, l’assessore regionale Antonella Parigi presiederà un tavolo tra le Città Creative Unesco italiane e gli attori territoriali che stanno lavorando alla candidatura: per Fabriano, interverranno il Focal Point Vittorio Salmoni e il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, Marco Ottaviani, che presenteranno il percorso verso l'Annual Conference UNESCO 2019.